Futuro

Il 16 novembre 2016 il Consiglio federale ha adottato il messaggio concernente l'organizzazione dell'infrastruttura ferroviaria (OIF) mirato a rafforzare ulteriormente il sistema ferroviario svizzero. Secondo il parere del Consiglio federale, l'OIF aumenta la trasparenza, riduce il potenziale di discriminazione e incrementa l'efficienza, contribuendo così a un miglioramento a lungo termine del sistema attuale

La proposta del Consiglio federale, che si riallaccia alle raccomandazioni di un gruppo di esperti incaricati dall'allora capo del DATEC pubblicate nel 2013, prevede dei cambiamenti anche nel settore dell'attribuzione delle tracce. Per rafforzare l'indipendenza, è previsto che la proprietà di traccia.ch sarà trasferita alla Confederazione e che l'organo di attribuzione delle tracce sarà ancorato nella legge. A tale scopo il Consiglio federale propone di trasformare traccia.ch in un ente di diritto pubblico indipendente. Inoltre è opportuno rafforzare le competenze dell'organo di attribuzione delle tracce in modo che possa adempiere il suo compito in modo manifestamente indiscriminato e indipendente.


traccia.ch vede di buon occhio questo disegno. Sosteniamo l'obiettivo generale di garantire l'indiscriminazione e di garantire la compatibilità con le regole dei vicini europei. Condividiamo anche l'indirizzo proposto per la parte organo di attribuzione delle tracce, ovvero la creazione di una base legale che rechi il compito previsto dalla legge e l'aumento dell'efficacia tramite un adeguamento delle competenze. In particolare prendiamo atto con soddisfazione del fatto che il futuro organo di attribuzione delle tracce verrà costruito sulle basi di traccia.ch. Viceversa consideriamo meno sensato il trasferimento dell'incasso dei diritti di utilizzo delle tracce, in quanto l'onere amministrativo supplementare è sproporzionato rispetto al guadagno in termini di trasparenza.