Glossario

Sono considerati richiedenti con diritto di ordinare prestazioni di base e prestazioni complementari le imprese di trasporto ferroviario oltre nel traffico merci altre imprese interessate al trasporto ferroviario.

L’impossibilità di assegnare due o più richieste di tracce che si ostacolano a vicenda.

Importanti tratte internazionali utilizzate per il trasporto ferroviario delle merci transfrontaliero.

Nel 1996 l’UE ha deciso di realizzare una rete di trasporto europea interoperabile coerente che prevedesse tra le altre cose anche corridoi ferroviari e corridoi per il traffico combinato. Per la Svizzera sono rilevanti soprattutto i due corridoi per il trasporto ferroviario delle merci Reno – Alpi e Mare del Nord – Mare Mediterraneo. Si prevede di equipaggiare i corridoi ferroviari con il sistema europeo di segnalamento e di gestione del traffico ferroviario ERTMS.

Dal 9 novembre 2010 è entrato in vigore nell’UE il regolamento n. 913/2010 relativo alla rete ferroviaria europea per un trasporto merci competitivo. In questo atto legislativo sono stato introdotti ulteriori procedure per intensificare la collaborazione tra i gestori delle infrastrutture e gli organi d’attribuzione delle tracce durante l’assegnazione delle tracce ferroviarie transfrontaliere per i treni merci.

Procedura per l’eliminazione di un conflitto d’ordinazione. L’organo d’attribuzione delle tracce e il gestore interessato dell’infrastruttura cercano tracce alternative accettabili, insieme alle ITF coinvolte nel conflitto.

Contratto tra una ITF e un gestore dell’infrastruttura. Il gestore dell’infrastruttura garantisce determinate capacità alla ITF per un certo periodo d’ordinazione; a sua volta, la ITF promette l’ordinazione di tali capacità. Le capacità non sono tracce esattamente definite, bensì la garanzia di ricevere offerte di traccia entro una fascia da concordare.

Una traccia (equiparabile a uno slot nel traffico aereo) è l’autorizzazione a percorrere una determinata tratta della rete ferroviaria, in momenti prestabiliti, con un treno definito in termini di peso, lunghezza e profilo.

«Richiesta di tracce» è il termine utilizzato per definire gli annunci di tracce inoltrati dalle imprese di trasporto ferroviario o da altri aventi diritto entro il secondo lunedi d'aprile per l’orario annuale, oppure nell'ambito dell'orario infrannuale.

Offerta di tracce predefinite per il traffico merci sugli assi Nord-Sud del San Gottardo e del Lötschberg-Sempione come base d’ordinazione per le richieste di tracce per l’anno successivo che viene pubblicata dal 2° lunedì di gennaio in avanti.

Allo stesso momento, in concomitanza con l’attuazione del regolamento EU n. 913/2010, saranno inoltre pubblicate tracce in catalogo speciali e armonizzate a livello internazionale protette contro altre forme di utilizzo.

Le prestazioni supplementari sono prestazioni offerte dai gestori dell’infrastruttura, che un’impresa di trasporto può richiedere a titolo aggiuntivo ai fini dell’utilizzo di una traccia. Esempi sono il ricovero di treni o la manovra nelle stazioni di smistamento.